martedì 29 agosto 2017

Sal Flip-it Stamps LK - Dicembre

Oggi vi mostro l'ultima tappa del sal che mi trascinavo dietro dallo scorso anno, il Flip-it stamps di Lizzie Kate. In verità, ho terminato di ricamare quest'ultima piastrellina lo scorso marzo, ma finché non pubblico l'aggiornamento qui, sul blog, per me nessun lavoro può dirsi davvero concluso.
E così ecco il mese di Dicembre in mostruoso ritardo:


La mia tela è ora completa, con dodici caselline colorate e divertenti. Credo prima o poi ne farò un cuscino, ma onestamente sarà più poi che prima!!!


Non ricordo più se il progetto originale prevedesse o meno dei charms o bottoncini, devo verificare e nel caso provvedere.
Per il momento archivio questo lavoro durato ben oltre un anno e resto qui a rimuginare sul prossimo progetto, anche se in realtà ho ancora altri lavori lasciati sospesi prima della nascita di Francesco che intendo assolutamente finire. Ma, ahimé, sono dei lavoroni e non ho molta voglia in questo momento di cose complicate, è già tanto riuscire a ricavare un quarto d'ora per me una volta ogni tanto...

mercoledì 16 agosto 2017

La prima candelina di Francesco

Rispolvero con tanta nostalgia questo mio angolino virtuale dopo tanti mesi di assenza: catapultata nel ruolo di mamma a tempo pieno mi riesce davvero difficile ritagliarmi del tempo per me. Occasionalmente, se riesco a lasciare Francesco dai nonni qualche ora, ne approfitto per sbrigare commissioni, pulizie approfondite o fare qualche compera visto che mio figlio sembra allergico ai negozi. Insomma i miei hobbies non sono stati, mio malgrado, in cima alle mie priorità. Eppure mi mancano tanto. Mi manca ago, fili colorati e tela immacolata, mi manca raccontarmi e leggervi, mi manca la calma e il silenzio necessari per pensare ad un nuovo progetto, preparare i materiali, avviare il lavoro.
***
Non so se questo post sarà il primo passo per rimettermi in carreggiata, o rimarrà una traccia isolata, ma certamente volevo condividere con voi uno dei momenti più emozionanti da quando sono diventata mamma: il primo compleanno di mio figlio.
Un momento preceduto da un turbinio di emozioni contrastanti: la gioia di vederlo già grande e il rammarico che sia cresciuto troppo in fretta, l'orgoglio di vedere i suoi primi passi e la nostalgia di quando per la prima volta ho incrociato il suo sguardo o l'ho stretto tra le mie braccia, piccolo e indifeso. Non nego che ripensando all'anno appena trascorso mi commuovo tantissimo: tutta questa gioia, così tanti traguardi e così tanta stanchezza concentrati in un lungo anno volato via, però, in un battito di ciglia...
E il mio lavoro handmade in occasione della prima candelina di Francesco è stato mirato proprio a sottolineare i momenti più belli di questo anno, cercando di condividerli con i parenti e gli amici che hanno partecipato alla festa. E quindi tante foto e video, il tutto in tema marinaro, visto il periodo prettamente estivo e vacanziero.


A mano ho realizzato innanzitutto i segnaposto, delle piccole barchette in cartoncino, decorate a mano libera e con applicazioni in legno colorato.


Ne ho dovuto fare parecchie, ma devo dire che mi sono divertita tantissimo ad armeggiare con carta, colla e pennarelli!
***
In stile marinaro era anche il buffet dei dolci, preparati da me con la collaborazione di mia madre, che ho addobbato con una rete da pescatore, stelle marine, portacandele in stile marinaro e bandierine rosse e azzurre.



***
Per tutti gli ospiti ho confezionato una sorta di bomboniera-ricordino: una foto magnetica, formato Polaroid, di Francesco, che ho realizzato graficamente online sul sito Fotoregali.com, decorandola con scritte e adesivi. Alle Polaroid ho aggiunto i confetti sfumati nei colori del mare, confezionati con tulle azzurro e spago:


Per completare ho spruzzato con vernice spray bianca delle mollette da bucato in legno, per renderle un pò shabby, ho applicato le piccole decorazioni in legno utilizzate anche per i segnaposto, e a mano ho scritto su un lato della molletta la data e l'evento.


Infine ho appeso le mollette con foto e confetti a un cordino fissato a due aste in legno, che mio padre ha preparato e montato.
Sul tavolo delle bomboniere ho sistemato anche dei piccoli regalini per i bimbi presenti: palloncino ad elio, cappellino e trombetta e bolle di sapone.


***
Per concludere, sempre armata di carta, colla, pennarelli e foto, ho realizzato due cartelli: il primo sintetizza i dodici mesi appena trascorsi con altrettante foto di Francesco:


L'altro, sul quale ho scritto "un anno ricco di prime volte", immortala alcuni dei momenti più salienti del suo primo anno: la prima pappa, il primo dentino, la prima foto di famiglia, la prima vacanza, il primo taglio di capelli, ecc.


***

Un ultimo regalo ho fatto a mio figlio, spero tanto che possa un giorno apprezzarlo e capire con quanto amore lo abbiamo atteso e accolto: un video, una sorta di slideshow composto a partire da foto e video, dalla prima ecografia ai suoi primi passi, corredato da musica, dialoghi originali e testi.
Ho impiegato quasi un mese per realizzarlo, utilizzando tutti i ritagli di tempo a mia disposizione, ma alla fine il risultato mi ha soddisfatta (pur con tutte le limitazioni di un programma come Windows Movie Maker) e ha commosso non solo me, ma anche tutte le persone presenti alla festa, nonostante abbia cercato di dare una chiave di lettura ironica della nostra avventura a tre.
Concludo qui questo mio lungo post, augurando a tutte voi buone vacanze e augurandomi di poter essere più presente e con maggior costanza sul blog.
Ah, dimenticavo: ancora auguri Francesco, la mamma ti ama tanto.

martedì 14 marzo 2017

Sal Flip-it Stamps LK - Settembre, Ottobre e Novembre

Nonostante i buoni propositi le settimane scorrono veloci una dopo l'altra e non riesco ad aggiornare il blog con regolarità.
Il mio piccolo Hulk catalizza tutte le mie attenzioni ed energie, e mi ripaga con le sue piccole grandi conquiste quotidiane. Adesso gioca, mangia le sue pappe, è spuntato il primo dentino, si mette carponi e comincia a pronunciare le sue prime paroline. E' uno spettacolo ed è una forza della natura: la mia schiena malridotta ne risente non poco, e a sera arrivo davvero piegata in due, ma poi bastano i suoi sorrisini e davvero tutto il resto passa in secondo piano.
L'aggiornamento di oggi, in realtà è pronto già da un mesetto, ma ahimé non ho trovato il tempo di postarlo prima.
Ho recuperato le tappe del sal Lizzie Kate e anche l'ultima piastrellina è ormai in dirittura d'arrivo. Insomma son riuscita ad evitare che questo ricamo diventasse un ufo.
Ecco il trimestre autunnale, bello e scorrevole come del resto tutti i mesi di questo sal:






E sotto la mia tela quasi completa:


Vorrei farne un cuscino, ma per il confezionamento la vedo dura: trovare il tempo di tirar fuori la macchina per cucire, tagliare stoffe e applicare cerniere mentre Francesco dorme mi sembra quasi una chimera al momento...
Nel frattempo, date le mie scarse xxx, mi consolo visitando i vostri blog: non sempre ho la calma necessaria per lasciarvi un saluto, ma almeno mi tango aggiornata sulle vostre meraviglie in corso.
Concludo facendo gli auguri a tutte voi: infatti oggi è santa Matilde, protettrice delle ricamatrici!

giovedì 2 febbraio 2017

Il Battesimo di Francesco

Son trascorsi quasi due mesi dalla giornata che voglio raccontarvi oggi, ma purtroppo il tempo è quello che è e non sono riuscita a scrivere prima questo post. E poi ci tenevo a farlo con cura, come tutto ciò che riguarda mio figlio. E così adesso vi teletrasporto allo scorso anno, esattamente a domenica quattro dicembre.
Mentre tutte voi vi recavate alle urne per il referendum costituzionale, noi abbiamo dovuto relegare il nostro dovere civico alla tarda serata perché occupati a festeggiare il Battesimo di Francesco.
La giornata in sé è stata bella e piacevole, un pò meno i giorni precedenti, gravati dallo stress di tutti i preparativi e farciti dall'enorme spavento per il ricovero e l'intervento d'urgenza per l'impianto di un pacemaker del papà di mio marito. Una corsa contro il tempo che nonno Franco ha voluto vincere con tutte le sue forze perchè ci teneva tantissimo ad essere presente a questa giornata speciale del suo primo nipotino. E per fortuna è riuscito nel suo scopo: operato venerdì dal padrino di mio figlio, cardiologo, è stato dimesso sotto la sua supervisione a tempo di record, proprio la mattina del giorno del Battesimo. E tutta la nostra tensione si è sciolta nel momento in cui ha fatto il suo ingresso in chiesa, e da quell'istante ci siamo goduti il rito e la festa. Francesco è stato buonissimo sia in chiesa che al ristorante, non ha pianto nemmeno un istante, né mangiato o dormito, ma ha trascorso tutto il tempo a fare pubbliche relazioni e a intrattenere gli ospiti, passando di braccia in braccia di parenti e amici!
***
Per l'occasione mi ero concentrata su alcuni particolari da personalizzare. Per fortuna che per come sono andate le cose avevo lavorato d'anticipo come è mia abitudine. Ecco tutti i preparativi handmade, frutto di collaborazioni familiari.
Sotto c'è la bomboniera che abbiamo donato a tutti gli invitati. Oltre ai confetti, confezionati a mo' di torta e acquistati su internet da sindybomboniere.it, un pò per caso è nata l'idea di aggiugere una bella bottiglia di vino. Mio padre ha sempre fatto il vino per sé con l'uva della sua vigna e gli ho proposto di imbottigliarne un pò per servirlo al pranzo del Battesimo. Avevo intenzione di personalizzarlo con delle etichette che ricordassero data ed evento, ma la mia idea è stata superata e realizzata da mio padre e mio marito. Mio padre ha confezionato e imbottigliato professionalmente il vino con sughero e fascette autoriscaldanti, mentre mio marito ha completamente rielaborato la mia semplice etichetta in bianco e nero arrivando ad ottenere il risultato sotto. Io mi sono occupata dei testi e del messaggio di ringraziamento sul retro della bottiglia.


Abbiamo completato il tutto con nastrino e bigliettino et voilà, ecco pronte le bomboniere che gli invitati hanno apprezzato tantissimo.



Anche la mia idea di stampare il menu del pranzo è stata poi perfezionata graficamente da mio marito, il quale ha aggiunto i particolari a colori. Io mi sono occupata dei testi e dei contenuti e lui della grafica, insomma.


I segnaposto, invece, sono tutta farina del mio sacco. Sono dei cakepops home made: un cuore di cioccolatino o marshmellow ricoperto di cioccolato fondente e granelle varie. E poi confezionati singolarmente con bustina e bigliettino di ringraziamento.


Altro lavoretto che mi ha molto divertito è stato il tableau. Ho comprato i cartoncini necessari, stampato i personaggi Disney e armata di forbici, colla e pennarello ho assemblato il tutto.


Ultimo particolare che ha richiesto tanto impegno gli ultimi giorni è stato il buffet dei dolci. Quelli sotto sono solo una parte, visto che le foto sono state scattate appena arrivate al ristorante, mancavano quelli con le creme conservati in frigo. La maggiorparte sono opera mia, ma un bel pò, soprattutto quelli tradizionali natalizi visto il periodo, li ha fatti mia madre ed altri ancora zie e cugine. La torta in pasta di zucchero l'ha realizzata una signora della mia zona conosciuta su Facebook.
Vi dico solo che avevo portato i vassoietti da consegnare a fine festa e che nonostante tutti abbiano riempito il proprio per portarselo a casa, sono avanzati ancora tantissimi dolcetti! Forse siamo esagerati qui al Sud, ma il problema è che per noi l'ospitalità è sacra e non ci sembra mai abbastanza quello che si cucina o offre. Retaggi culturali dei quali ahimé non posso liberarmi! E poi, a dirla tutta, mi piace da morire fare i dolci!!
Vi lascio con una delle foto di gruppo a me più care: quella con i nonni, i miei genitori al mio fianco e quelli paterni a fianco di mio marito. Si intravede anche quel capellone del festeggiato: non mi piace pubblicare sue foto su Internet, ma dato che per buona parte della festa  è stato occupato a mordicchiarsi il bavero della giacchetta, si è assicurato da solo una certa privacy,!


Stavolta l'ho fatta lunga, complice anche una bella dormita di Francesco, ma vi prometto che i prossimi post saranno parecchio più brevi!

venerdì 27 gennaio 2017

Sacca nascita per Lorenzo

Tra pochi giorni nascerà il figlio di mia cugina, che spero possa diventare presto un compagno di giochi per mio figlio. Il bimbo nascerà a Novara, e noi potremo vederlo solo tra qualche mese, ma in ogni caso la sacca per la prima nascita gli è già arrivata tramite mia zia che mi ha "commissionato" questo lavoretto.

Un ricamino semplice e veloce, al momento non posso osare di più!
Ma chissà, magari un bavaglino riuscirò a ricamarglielo nell'attesa di conoscerlo!